Diagnostica per immagini

La diagnostica per immagini (o imaging) è una branca della medicina che permette l’esplorazione dell’interno di un organismo non visibile dall’esterno, grazie a metodiche specifiche d’indagine. L’imaging si utilizza principalmente per scopi diagnositci, per individuare patologie e affezioni degli organi interni; ultimamente se ne fa anche un uso terapeutico. Esistono varie tecniche di indagine, la principale differenziazione è tra metodiche a raggi X e ultrasuoni. Le più conosciute ed utilizzate sono: radiografia, tomografia, ecografia e risonanza magnetica.

Alla Nuova Villa Borghese Medical Center è possibile eseguire esami diagnostici con un ventaglio completo. Risonanza magnetica aperta, per persone con claustrofobia o che preferiscano non subire il discomfort di un esame tradizionale. Una TAC (Tomografia Computerizzata) per la diagnostica approfondita anche con mezzo di contrasto. Una mammografia per la prevenzione del tumore del seno e un tavolo di radiologia tradizionale per le indagini più semplici.

Alla Nuova VBMC è possibile eseguire anche ecografie con ecolordoppler per tutta la diagnostica ecografica, anche transvaginale.

Prenota ora il tuo esame

Prenota ora la tua risonanza magnetica aperta, la tua TAC, la tua mammografia o radiografia.

20 min.
  •  Available
  •  Partially Available
  •  Fully Occupied
  •  Selected
  •  Closed

Risonanza Magnetica aperta (RMN)

La nostra Risonanza Magnetica aperta è un modello HITACHI AIRIS LIGHT. Questo vuol dire che è in grado di catturare immagini diagnostiche di alta qualità senza la necessità di porre il paziente all’interno di uno spazio chiuso aumentando notevolmente il comfort.

Grazie alla sua tecnologia è in grado di essere utilizzata in molti distretti corporei classicamente appannaggio delle risonanze magnetiche ad alto campo. 

Questo sistema è particolarmente adatto alla diagnostica osteo-articolare e muscolo-tendinea e può essere utilizzata anche per l’encefalo. 

TAC (tomografia assiale computerizzata)

La TAC (tomografia assiale computerizzata) è una metodica diagnostica per immagini che sfrutta i raggi X e consente di riprodurre sezioni o strati corporei del paziente ed effettuare elaborazioni tridimensionali. Inizialmente le immagini venivano generate solo sul piano assiale, ma oggi con il movimento della macchina si possono acquisire immagini anche in coronale. Le macchine attuali acquisiscono addirittura direttamente un volume intero, ciò permette di eseguire ricostruzioni tridimensionali con grande agevolezza.

Mammografia

La mammografia è un esame della mammella umana effettuato tramite una bassa dose di raggi x. È un esame radiologico, basato dunque sull’utilizzo di radiazioni ionizzanti. Viene utilizzato come strumento diagnostico per identificare tumori e cisti. È stato provato che la mortalità per tumore al seno è ridotta per chi si sottopone all’esame: per questo viene consigliato un esame del seno periodico (ogni anno per le donne che hanno fattori di rischio, per esempio un pregresso tumore al seno o familiarità per esso, o al massimo ogni due anni in tutte le restanti donne che non hanno alcun fattore di rischio) tramite mammografia.

Radiografia digitale

La radiologia digitalizzata, al contrario del metodo analogico, permette di acquisire immagini RX e di archiviarle su software/hardware/CD etc. per effettuare modifiche post-acquisizione, per migliorare ed esaltare ciò che interessa dell’immagine. Il sistema digitale permette, in caso di errori, di rendere comunque utilizzabile l’immagine e di evitare un’ulteriore esposizione ai raggi X del paziente (cosa che invece avviene in caso di errori col sistema analogico).

Ecografia e Ecocolordoppler

L’ecografia (o ecotomografia) è un metodo diagnostico che non utilizza radiazioni, bensì ultrasuoni. Si basa sul principio dell’emissione di eco e della trasmissione delle onde ultrasonore. L’ecografia può essere poco o per nulla invasiva.

L’Ecocolordoppler è un’ecografia (indolore e non invasiva) che permette di visualizzare il flusso di sangue, all’interno dei vasi e degli organi interni, mediante una ricostruzione computerizzata. Si possono esaminare: tronchi sovraortici, flusso arterioso degli arti superiori e inferiori, flusso venoso degli arti inferiori, vasi addominali e area perineale.